Zeitschrift Aufsätze

Maria Sole Testuzza

De coniugio leprosorum: antiche questioni di bio-diritto

Sommario Il tema del coniugium leprosorum nella riflessione dei teologi e dei canonisti medievali e della prima età moderna si infrange in una serie di importanti questioni. Oltre che sulla sorte degli sponsali, la grave affezione fa sorgere dubbi sulla validità delle nozze e, tra teoria e prassi, sul trattamento da riservare ai coniugi nel caso di lepra superveniens. Ancora: il male investe il cd. carnale debitum. Così, in presenza di una grave malattia, quali sono i limiti dello jus in corpus? Può dirsi lecito l’adempimento in spregio della propria vita, e a vantaggio della salute (spirituale) altrui, o ad bonum commune? Come valutare il comportamento di chi nega la prestazione sessuale per il timore di procreare figli gravemente menomati? Può, di riflesso, per la prole essere la vita un danno? Questo studio darà spazio alle procedure argomentative che, nel prolifico scambio tra morale e diritto, furono seguite per dare soluzioni ad interrogativi che avvicinano ai nostri postmoderni dilemmi biogiuridici.